Cerca

Salvatore Virzì Commercialista

Donald Monkey Black Friday

Gli Stati Uniti sono sempre più punto di riferimento e “termometro” di quello che accade e può accadere nel resto del mondo.

Ora, poi, dopo le ultime elezioni, sono sotto la lente di ingrandimento del mondo intero, soprattutto dal punto di vista dell’economia e della finanza pubblica. I democratici, ad esempio, hanno annunciato che sarebbero pronti a dare battaglia al piano di riduzione delle tasse del presidente eletto Donald Trump.

Ho deciso di affrontare questo argomento qui, sul mio blog, perché credo che questo sia davvero un canale di comunicazione unico e interessante se ben utilizzato, perché anche un commercialista può dire la sua, andando al di là dei confini e degli argomenti strettamente legati alla sua professione. Prima, però, qualche breve cenno per presentarmi: sono Salvatore Virzì, esperto commercialista e revisore contabile. Sono di Reggio Calabria ma il mio lavoro mi porta spesso in giro per l’Italia e per il mondo, e mi ha permesso di conoscere numerose realtà e approfondire i vari settori di fisco e finanza.

Da sempre sono particolarmente interessato alla politica e all’economia americana, e in questi giorni, leggendo siti e quotidiani americani, l’impressione è che l’immagine populista di Trump e la realtà della sua politica siano sempre più in ”rotta di collisione”. I democratici stanno puntando a smontare il piano di Trump e dei repubblicani per una riduzione delle tasse mettendo in evidenza come gli sgravi siano, effettivamente, solo per i ricchi, un fatto che va contro quanto affermato dallo stesso neo-presidente nel corso della sua campagna elettorale.

E’ difficile dare opinioni dettagliate, al momento, visto che sul piano di sgravi di Trump mancano ancora molti dettagli: le uniche cose che si sanno è che si tratterebbe di sgravi per la classe media e di semplificazione del sistema di imposizione fiscale.

Dunque cosa penso? Meglio attendere che si passi dalle parole ai fatti per esprimere giudizi concreti e fare confronti. In questo modo, con il mio blog, mi offro come punto di riferimento nelle questioni più pratiche e mi occupo anche di argomenti di più ampio respiro, senza distinguere il blogger Salvatore Virzì dal commercialista Salvatore Virzì.

Di recente, tornando sempre agli Stati Uniti, ho analizzato una pubblicazione dello studio americano Donald Edwin Monkey sul Black Friday e mi sono soffermato sul comportamento dei consumatori nei confronti di questo evento che sta catturando sempre più l’attenzione degli acquirenti e degli utenti di tutto il mondo.

Commercialista Virzì

Auto e moto “storiche”: si torna a pagare il bollo. Almeno in Veneto dove i possessori di auto e moto con meno di 30 anni avranno di nuovo a che fare con questa tassa. La notizia è di questi giorni e già fa discutere anche se è stato chiarito che la Regione non farà pagare multe o interessi ai possessori dei veicoli che non lo hanno pagato in passato.

Si riapre, dunque, una controversa vicenda che ha visto Regione e Stato contrapposti sul tema della tassa automobilistica. Prima di approfondire questo argomento sul mio blog, però, darò qualche breve cenno su di me per presentarmi: sono Salvatore Virzì, esperto commercialista e revisore contabile.

Sono di Reggio Calabria ma il mio lavoro mi porta spesso in giro per l’Italia e per il mondo, e mi ha permesso di conoscere numerose realtà e approfondire i vari settori di fisco e finanza. Internet, per me, rappresenta una fonte inesauribile di informazioni e spunti di riflessione, e anche in questo caso desidero condividere questa novità che interesserà tanti appassionati e collezionisti.

Fino al 31 dicembre 2014, i veicoli con più di 20 anni erano esentati dalla tassa automobilistica ordinaria e i possessori dovevano pagare una tassa “di circolazione” di importo ridotto rispetto a quella ordinaria.

Dal 1 gennaio 2015, però, il governo italiano ha introdotto la tassazione ordinaria per i veicoli con meno di 30 anni. La Regione Veneto è, così, intervenuta con una legge regionale ad hoc che ha esonerato dal pagamento del bollo i veicoli dai 20 ai 29 anni d’età muniti di apposito certificato di interesse storico collezionistico. La norma, però, soltanto di recente è stata dichiarata illegittima dalla Corte costituzionale, e adesso, dunque, i proprietari di auto e moto “storiche” dovranno ricominciare a versare il bollo.

E non è tutto: perché dovranno essere versate anche le tasse arretrate, senza sanzioni accessorie o interessi moratori, comunque. Una magra consolazione, certo, ma questo è soltanto uno dei tanti casi di “conflitto” tra enti locali e amministrazione centrale. Per questo con il mio blog, mi offro come punto di riferimento nelle questioni più pratiche. Mi piace, però, analizzare anche argomenti di più ampio respiro, senza distinguere il blogger Salvatore Virzì dal commercialista Salvatore Virzì.

Di recente, ad esempio, ho approfondito una pubblicazione dello studio americano Donald Edwin Monkey sul Black Friday e mi sono soffermato sul comportamento dei consumatori nei confronti di questo evento davvero unico e indicativo.

Biografia Salvatore Virzì

Tutto pronto per il debutto, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, del servizio denominato la “Scrivania del Territorio”. Si tratta di una piattaforma che facilita il lavoro dei professionisti nelle attività di compilazione e controllo degli atti di aggiornamento delle banche dati dell’Agenzia, sia catastale che ipotecaria.

Un aiuto e un servizio utilissimo per tutti i professionisti, alle prese con questioni sempre più complesse. Prima di analizzare in maniera più chiara e dettagliata questa novità, qui sul mio blog, vorrei dare qualche breve cenno su di me: sono Salvatore Virzì, commercialista e revisore contabile, originario di Reggio Calabria, ma sempre più attivo sul web come blogger e opinionista nei settori di fisco e finanza.

Mi piace condividere le mie conoscenze, le mie esperienze e dare una mano a chi ha bisogno di suggerimenti e consigli. Il mio è uno scambio di idee costante non solo con gli utenti che chiedono opinioni, ma anche con i miei colleghi. Tornando al nuovo software “Scrivania del Territorio”, questo rende operative le proposte dall’Agenzia, nell’ambito dell’Agenda della Semplificazione e rientra tra le innovazioni operative previste nel nuovo Sistema Integrato del Territorio (Sit).

Si tratta, in pratica, di un’evoluzione dell’attuale sistema catastale e cartografico che permetterà, in maniera più rapida e snella, di gestire in maniera integrata le informazioni relative al patrimonio immobiliare. Sarà possibile dunque, accedere a una serie di servizi per lo scambio di informazioni con le banche dati catastale e ipotecaria dell’Agenzia delle Entrate, con l’obiettivo di semplificare le attività di noi professionisti. Un servizio utile anche per gli utenti che non dovranno scaricare archivi di supporto dal sito istituzionale delle Entrate per la compilazione delle dichiarazioni e potranno riempire più facilmente i documenti di aggiornamento catastale.

Provare per credere, insomma, e io non vedo l’ora di farlo per offrirvi un’opinione più esaustiva sull’argomento. E’ stata proprio la mia passione per internet che mi ha permesso di conoscere i sistemi di condivisione delle informazioni sul web. Ho deciso di far vivere le informazioni che acquisisco attraverso le condivisioni sul mio blog, senza distinguere il blogger Salvatore Virzì dal commercialista Salvatore Virzì, per veicolare le mie opinioni su internet nella maniera giusta.

Di recente, ad esempio, ho analizzato il discusso Black Friday, partendo dalla pubblicazione dello studio americano Donald Edwin Monkey, approfondimento davvero utile ed esaustivo per comprendere al meglio il comportamento dei consumatori.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑